Il Metodo AKC

Non esiste vento favorevole per il marinaio che non sa dove andare” (Seneca)

metodo_akc

AKC Italia attribuisce all’ottimizzazione del rapporto banca-impresa, passando attraverso una gestione consapevole della tesoreria, il punto di partenza per consentire all’imprenditore di svolgere la propria attività imprenditoriale.

Tale convinzione è talmente elevata al punto di aver ideato un nostro metodo di lavoro, costituito da tre fasi: Il Check-up Finanziario, le Soluzioni ed il Monitoraggio con l’aiuto di un software gestionale “sviluppato come lo volevamo noi”.

Il Check-up Finanziario

E’ il documento che consente all’imprenditore, attraverso un’analisi economico-finanziaria degli ultimi tre bilanci d’esercizio e della gestione della tesoreria, di comprendere realmente come la sua azienda viene percepita dal sistema finanziario (istituti di credito, finanziarie ecc.) e dagli operatori economici più attenti (clienti, fornitori ecc.).

Il Check-up Finanziario permette ai nostri professionisti di evidenziare quelle criticità che spesso per gli analisti bancari, in sede di valutazione del rischio per l’accesso al credito, rimangono senza risposta con effetti negativi sull’esito finale.

Successivamente, in sede di esposizione al cliente, i nostri professionisti cercano di comprendere le cause (scelte strategiche, condizionamenti di settore, politiche aziendali e/o fiscali ecc) che hanno portato l’impresa a presentarsi così debole verso l’esterno.

Le Soluzioni

A distanza di pochi giorni, grazie ad un quadro aziendale più chiaro e verificata la fattibilità da parte dei collaboratori in mediazione creditizia, i nostri professionisti sono in grado di prevedere gli interventi finanziari necessari da adottare nel corso dell’anno per un riequilibrio economico-finanziario dell’azienda. Queste informazioni saranno contenute in un documento chiamato “Soluzioni”.

Questo report ha come obiettivo quello di programmare la gestione della tesoreria dei dodici mesi successivi e di prevedere quale sarà lo scoring di bilancio dell’esercizio in corso. Queste previsioni consentiranno all’imprenditore, i responsabili amministrativi e/o i collaboratori mediatori creditizi, di quantificare con largo anticipo il fabbisogno finanziario della sua azienda e di pianificare le politiche di accesso al credito con maggior tranquillità.

Il Monitoraggio

I nostri professionisti inoltre, grazie alle informazioni ottenute dal software gestionale dato in dotazione al cliente unite all’analisi periodica dei flussi finanziari, verificano se la gestione della tesoreria dell’azienda conferma quanto previsto nella programmazione finanziaria a breve termine (contenuta all’interno del documento “Soluzioni”). Ogni mese il cliente riceve via mail la previsione dell’esposizione bancaria dei prossimi dodici mesi aggiornata.

Infine, consapevoli dell’importanza che riveste il bilancio d’esercizio per gli istituti di credito, ogni trimestre analizzano la situazione contabile con conseguente elaborazione degli indici che contribuiscono alla quantificazione del rating bancario.

Anche in questo caso al cliente viene inviata una mail con le risultanze degli indicatori più significativi e le variazioni dello scoring di bilancio.

Queste due attività consentono all’azienda di prevenire spiacevoli segnalazioni in Centrale Rischi, di agire tempestivamente sulle politiche di ricorso al credito, di contenere gli oneri finanziari e di tenere sotto controllo le risultanze contabili.

Al termine di ogni anno, in occasione del Check-up Finanziario, verranno riepilogati i risultati della gestione della tesoreria e determinato lo scoring del bilancio dell’esercizio appena concluso.